Il Terminale Scorrevole

Attrezzatura 3

Il terminale scorrevole è il terminale per eccellenza della pesca all’orata. Occorre ricordare che questo terminale nasce per la necessita di non far percepire alla preda la tensione del filo sull’esca, o di ridurne questa percezione.

La realizzazione del terminale scorrevole prevede un piombo forato all’interno del quale possa scorrere il trave. Ad una estremità dello stesso realizzeremo un’asola per l’aggancio allo shock leader ed all’altra legheremo uena girella di medie dimensioni.

Avremo inoltre cura di inserire tra il piombo e la girella una perlina di gomma morbida per evitare che durante il lancio il piombo urti contro il nodo della girella e faccia deteriorare il nylon del trave. Alla girella attaccheremo bracciolo ed ami delle dimensioni richieste dalla nostra esca.

 
 

Ricordate che il terminale scorrevole non è nato per segnalare precisamente le mangiate (come il long arm e lo short) ma solo per ingannare i pesci, quindi occorrerà un poco di esperienza per leggere i movimenti della vetta.

Inoltre ricordate di non usare grammature troppo pesanti che svelerebbero al pinnuto la presenza del piombo. Ad ogni recupero occorre verificare se c’è sabbia nel condotto che passa nel piombo. Questa sabbia riduce la scorrevolezza del trave e deteriora il nylon.

Onde evitare questi problemi potete utilizzare dei piombi con girella (io li sconsiglio) o acquistare degli snodi passanti (sono tipo un tubicino con attaccato sul suo asse una girella) che rendono i piombi fissi scorrevoli ed intercambiabili.

Fonte: segretidellapesca.blog

Articoli correlati